martedì 5 settembre 2017

FANGIRL - Rainbow Rowell

Da tempo avevo visto questo libro in giro, e mi aveva sempre lasciata perplessa finchè un giorno un’amica mi dice leggilo. E poi me lo ripete quello dopo. E lo dice per  tanti giorni fino a riuscire a convincermi. Così ho ceduto e l'ho letto. E devo dire che mi è piaciuto, certo non è il libro più bello del mondo ma pensavo molto peggio, perché è stata davvero una piacevolissima lettura che mi ha tenuta attaccata alle pagine.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Titolo:  Fangirl
Autore: Rainbow Rowell
Editore: Piemme
Pagine: 513
Trama: Approdata all'università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fanfiction di cui migliaia di fan attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con il suo ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano solo un plagio, e un affascinante aspirante scrittore che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita...




- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Parto con una premessa. 
Ci sono libri che raccontano cose assurde, ci sono libri che esasperano certe situazioni reali e ci sono libri pieni zeppi di cliché. Questo libro racchiude tutto ciò al suo interno. Dal mio punto di vista ci sono cose esagerate, però è un romanzo, e per come la vedo io ci sta. È esagerato ma se lo si legge consapevoli di questo scorre che è una meraviglia.

Questa è la storia di Cath. Cath è fondamentalmente una sociopatica. Chi come me ama i libri si ritrova almeno un pochino nei panni di Cath. Lei ama leggere, ama alla follia la serie di Simon Snow (una sorta di Harry Potter alternativo) con cui è cresciuta a tal punto da diventare lei stessa autrice di fan fiction su Simon (cosa che fa con una certa bravura).
Perdersi nel mondo degli Arcimaghi e non tornare più indietro. Non sentire altre voci nella testa eccetto quelle di Simon e Baz. Nemmeno la propria. Era per quello che scriveva. Per quelle ore in cui il loro mondo soppiantava quello reale. In cui poteva permet-tersi di cavalcare l’onda dei loro sentimenti reciproci, come qualcosa che precipitasse giù a rotta di collo.

Ma come lei ama questo modo immaginario di maghi e incantesimi e ci si trova a casa, la realtà le è molto più ostica. Fatica a conversare, a sorridere, a fare amicizia, a uscire. È letteralmente una sociopatica.
Cath non si sforzava di farsi dei nuovi amici. Anzi, in certi casi si sforzava di non farsene proprio, anche se di solito evitava la maleducazione. (Okay mostrarsi insofferente, tesa e lievemente misantropica. Maleducata no.) Intorno a lei, però, in classe e nei dormitori, gli altri studenti facevano di tutto per stringere nuove amicizie, e certe volte le toccava essere maleducata per non farsi trascinare.

Da sempre ha avuto sua sorella gemella Wren con lei, la sua metà, una parte di sé. Ma da quando hanno iniziato il college qualcosa è cambiato, Wren ha tagliato i capelli, esce sempre e solo con la sua nuova amica/coinquilina e sembra averla abbandonata. 
Per Cath inizia un momento difficile senza la sorella.
Dovrà fidarsi della sua coinquilina e di Levi, quel ragazzo che praticamente vive nella loro stanza, dovrà sforzarsi di uscire dal suo guscio, almeno il minimo indispensabile per poter sopravvivere.

Lo ammetto. Io all’inizio Cath non la sopportavo. Capisco l’apatia, l’amore per i libri ecc, anche io ho molte cose in comune con lei (sì, sto ancora aspettando la mia lettera di Hogwarts) ma la trovavo troppo esagerata. Non parlare con nessuno? Non andare in mensa per paura di chiedere dov’è?? È assurdo. Ma come dicevo sopra è un libro. Non mi ha fatto dubitare della storia, ma del personaggio. Personaggio che nel corso della narrazione, per fortuna, cresce. Si apre. E da allora ho iniziato pure ad apprezzarla.

Cath alla fine mi è piaciuta. Un po’ meno Wren, che sì, è la gemella che vuole spiccare, vuole fare le sue esperienze da sola, vuole staccarsi dalla sorella. Ora, io ho abbastanza conoscenza di gemelle (lo è mia nonna), per cui so come funziona. Per quanto possano essere diverse di carattere trovo esagerato l’atteggiamento di Wren nei confronti di Cath, soprattutto perché alla fine il tutto si risolve in modo molto semplicistico.

Invece ho amato sin dal primo sorriso Levi. Impossibile non essere affascinati da lui. Anche per lui c’è una parte esagerata (non sa leggere) ma a parte questo è il personaggio che ho preferito sin da subito. È solare, è ottimista, è carino e senza di lui Cath non sarebbe migliorata nemmeno di una virgola.
Ho amato moltissimo i loro dialoghi, e in generale tutte le scene in cui c’erano loro. Ho trovato davvero dolce quando lei leggeva per lui e nonostante non sia troppo per la parte romance nei libri, qui l’ho trovata molto bella!

Infine un apprezzamento a Regan, quella coinquilina un po’ strampalata che mi ha fatto ridere tanto.

Questo è un libro che, in modo piuttosto indiretto e semplificato, tratta argomenti seri e difficili come l’abbandono da parte di una madre incapace di ricoprire questo ruolo per due figlie o come il problema a socializzare di Cath. Mi è piaciuta come cosa questa, nella sua semplicità fa davvero riflettere su temi importanti senza esser pesante.

Un libro un po’ assurdo, che racconta una storia carina e dolce con un velo di malinconia, sempre presente ma mai opprimente. 
Lo stile è scorrevole e si legge molto alla svelta. Ci sono inseriti pure dei pezzi tratti dai libri ufficiali (e non) di Simon Snow. Ecco quelli forse li avrei evitati anche se come idea è carina. 

Non credo che leggerò Carry On (il libro che Rainbow Rowell ha scritto su Simon) però sicuramente leggerò altro di questa autrice che di certo sa come coinvolgerti nella storia. 

Una lettura che ho iniziato senza troppe aspettative e che in realtà mi ha lasciata soddisfatta! 

16 commenti:

  1. Sono d'accordissimo su tutto.
    L'avevo letto in originale un anno prima della sua uscita italiana - mi era piaciuto, ma non ho mai fatto parte della schiera adorante dei suoi fans.
    Per quanto mi rispecchiassi in Cath in molte cose, molti aspetti della "fangirl" li ho trovati esagerati e non nego che molte volte i continui pianti di Cath mi abbiano dato sui nervi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda mi hanno convinta a dargli un'opportunità, meglio di quello che credevo sinceramente! Ma troppo esagerato su certi aspetti! Però è comunque una lettura che scorre bene e partendo da zero aspettative l'ho apprezzato comunque xD

      Elimina
  2. Risposte
    1. Sì ha i suoi bei momenti senza essere troppo sdolcinato! Ho amato quando Cath legge i libri e le FF a Levi ^_^

      Elimina
  3. A me non era piaciuto per niente, ma sono curiosa di leggere Carry On! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è un libro molto discusso, o lo ami o lo odi e io... sto nel mezzo XD
      Carry on no, credo proprio che lo lascerò dov'è ma se lo leggi son curiosa di sapere cosa ne pensi :D

      Elimina
    2. Penso sia un problema di aspettative, Eleanor&Park è uno dei miei libri preferiti e questo a parere mio non regge minimamente il confronto xD certo, quando riuscirò a leggere Carry On ti farò sapere che ne penso :)

      Elimina
    3. Si hai ragione, le mie aspettative erano quasi a zero perciò mi ha sorpresa. Mi sa che devo metterlo in lista Eleanor&Park! :)

      Elimina
  4. Ciao Autumn, felice che fangirl ti sia piaciuto, io lo ricordo sempre con piacere perché sia Cath che levi sono rimasti nel mio cuore! Ti consiglio Eleanor e Park, dopo un po' di tempo posso dirti che forse è il migliore della Rowell per me ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del consiglio! Ne ho sentito parlare tanto di questo libro e mi sa che è ora di prenderlo in considerazione :)

      Elimina
  5. Ciao! Io avevo iniziato a leggerlo l'anno scorso, mi pare, ma poi l'ho interrotto perché in quel periodo non avevo molto tempo per leggere. Non l'ho più ripreso, ma ricordo che lo stavo trovando davvero carino, sia trama che stile dell'autrice erano nelle mie corde. Leggendo la tua recensione mi è venuta voglia di rileggerlo per terminarlo, e sicuramente lo farò presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti fatto tornare la voglia di finirlo! Fammi sapere cosa ne pensi, sicuramente ti piacerà se ti piaceva l'inizio :)

      Elimina
  6. Uhm, se ripeto che Cath è un po' fuori dal mondo vengo aggredita di nuovo da qualcuno, secondo te? Be', lo ripeto comunque, e lo sottolineo, perchè la tua recensione me l'ha riportato con vividezza alla mente. E io per prima sono poco socievole, amo i libri e talvolta (spessoxD) non ho voglia di socializzare, ma certi livelli spero di non raggiungerli maixD Fermo restando che CAth, a suo modo, mi è piaciuta.
    Come dici tu, libro carino, che scorre molto. Mi è piaciuta la parte relativa alla scrittura e alle ff, mi ha fatto tenerezza il padre, mi ha fatto imbestialire Wren (che comunque, a mio parere, alla fine si redime). Non posso dire che, a mio parere, sia il capolavoro del secolo, ma certo si fa leggere bene:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io ho molto in comune con lei (non tutto) ma alla fine Cath è piaciuta anche a me, la pensiamo praticamente uguale su molti aspetti di questo libro! Wren odio puro, si riprende alla fine, ma nel complesso è un libro carino! ^_^

      Elimina
  7. a la trovavo troppo esagerata. Non parlare con nessuno? Non andare in mensa per paura di chiedere dov’è?? È assurdo. Ti assicuro che non è così assurdo. Mi è capitato, purtroppo.
    Comunque non è vero che Levi non sa leggere, è dislessico xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per come sono io trovo Cath esagerata, ho molto in comune con lei, ma anche nei momenti di bisogno in cui ero persa mi son sempre arrangiata da sola senza chiedere, per cui alcuni suoi atteggiamenti li trovo assurdi ma è una cosa che pensi io. Non dico che non mi sia piaciuta per questo però XD
      E anche Levi lo so che è dislessico, ma trovo che lei sociopatica, lui dislessico, la situazione famigliare di lei incasinata in un unico libro sia un po' eccessivo ecco XD
      Alla fine però l'ho trovato molto carino!

      Elimina