lunedì 8 gennaio 2018

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - SPENCER COHEN 3 - N.R.Walker

E siamo giunti anche alla fine di questa serie. Spencer Cohen è stato il mio primo libro M/M, dirgli addio con questo capitolo finale mi da una sensazione dolce amara, esattamente come quella che mi ha accompagnato durante tutta la lettura che ovviamente non poteva che essere positiva. Ancora una volta grazie a Triskell Edizioni per la copia in anteprima.

_____________________________________________

Titolo:  Spencer Cohen 3
Autore: N.R. Walker
Editore: Triskell Edizioni
Pagine: 177
Data pubblicazione: 10 gennaio 2018
Trama: Per Spencer è stato semplice abituarsi all’idea di essere in una vera e propria relazione. Fin troppo semplice. Andrew si è adattato perfettamente alla sua vita e, mettendo da parte insicurezze e preoccupazioni, Spencer è riuscito a godersi il corso degli eventi insieme a lui.

Per la prima volta dopo tanti anni, incredibilmente, la vita di Spencer è davvero perfetta. Andrew però tende a farsi prendere dalla paranoia, e quando il suo ragazzo riceve una telefonata dall’Australia è sicuro che Spencer si allontanerà da lui.


Al contrario, forse il loro rapporto potrebbe consolidarsi ancora di più, perché Andrew non si è accorto che Spencer dipende da lui più di quanto creda. Forse la storia di Spencer Cohen è pronta per il finale e forse, ma solo forse, si tratterà del lieto fine che Spencer non avrebbe mai pensato essere possibile.
_____________________________________________
Avevamo lasciato la nostra coppia preferita alle prese con la consapevolezza di essere una vera coppia. Spencer e Andrew non sono mai stati tanto bene con qualcuno nelle loro vite prima d'ora, il loro è decisamente amore. Sarà dura per entrambi vedere questa cosa, ma per Spencer in particolare sarà tanto, tanto difficile. Lui si è sempre barricato contro le persone e contro i legami memore della fine che ha fatto il rapporto con la sua famiglia. 
Eppure Andrew lo cambierà. Il timido, dolce Andrew gli farà cambiare idea, così carino eppure così prepotente quando serve. Quando è con lui Spencer non vuole altro che lui, non importa chi altri ci sia, basta che Andrew sia al suo fianco. La cosa è chiaramente reciproca, non riescono a tenersi lontane le mani di dosso (diciamo che non fanno davvero altro per diverso tempo...).

Per tutta la prima metà di questo libro li vediamo felici a vivere una vita che pare troppo bella per essere vera. Io dicevo, uffa siamo al 40% sento che deve succedere qualcosa.... e infatti. Una telefonata dall'Australia cambia le cose per Spencer. Nemmeno lui sa quanto e di certo Andrew si allontanerà, lui ne è sicuro. Le cose da qui in poi assumono sfumature dolci per il loro rapporto e amare per il rapporto Spencer/famiglia. Andrew sarà sempre al suo fianco, accanto a lui per aiutarlo e sostenerlo.

Ho apprezzato tanto lo sviluppo della storia della famiglia di Spencer solo che l'ho trovato troppo breve. Questa parte della storia inizia da più di metà libro e tende ad evolversi abbastanza in fretta, avrei preferito una maggior attenzione a questo rapporto che viene concluso velocemente, così come alla fine il rapporto Spence/Andrew non viene quasi ripreso, insomma un finale un po' affrettato che forse poteva essere sviluppato dip iù tagliando qualcosa all'inizio.

Però sono Spencer ed Andrew e nonostante possa aver trovato questi piccoli "difetti" loro mi hanno fatta sognare, avevo gli occhi a cuoricino mentre leggevo. Sono dolci, teneri, innamorati. Ci sono l'uno per l'altro contro le difficoltà del mondo ed è una cosa fantastica, hanno i loro amici e lo loro famiglie che gli stanno accanto. 
E' un messaggio importante questo, non importa se un figlio, un fratello, un amico è gay. Non bisogna soffermarsi sull'orientamento sessuale di qualcuno, non è quello che lo rende uomo e soprattutto non va abbandonato per questo. La storia di Spencer ce lo insegna. Ci insegna che non ci si deve arrendersi, non bisogna chiudersi in sè stessi, troverai sempre qualcuno che ti ama e ti supporta, mai pensare di essere soli.
Non ero sicuro di niente. Sapevo soltanto che io, Spencer Cohen, lo stesso ragazzo che aveva giurato a se stesso che non avrebbe mai permesso a qualcuno di avvicinarsi tanto da poterne essere ferito, avevo fatto l’esatto contrario.  Ero innamorato di Andrew. Il mio stupido cuore aveva deciso di ignorare il mio stupido cervello.
Lo stile dell'autrice è come sempre fresco, scorrevole, descrizioni ai minimi e tanti  dialoghi tra i due che si punzecchiano e stuzzicano senza mai cadere nel volgare anche se certe battute li fanno arrossire come non mai! Io odio le cose dolci, e tuttavia amo questi due.

L'epilogo poi è qualcosa che ho trovato dolce e romantico, quasi troppo per i miei gusti ma decisamente adeguato per loro due, mi è piaciuto Andrew e mi è piaciuto Spencer in questo caso. Troppo clichè? Beh a essere sincera un po' me lo aspettavo, ma per loro posso fare un'eccezione ed accettarlo.

Ho anche capito il motivo di queste cover particolari, dei colori scelti e delle foglie. Molto interessante, si capisce che è un progetto che l'autrice aveva molto a cuore.

Finire questa serie è difficile, ma non poteva finire in modo migliore perchè loro due sono tanto belli e meritano di essere conosciuti, guardate quanto mi fanno essere dolce e smielosa, ma che posso farci? Li adoro. Se non conoscete la storia di Spencer vi consiglio di recuperare, perchè anche se è breve, non è mai noiosa e pesante e può davvero insegnare tanto, il tutto a ritmo di musica e tatuaggi. 
Era il pezzo mancante del mio puzzle, quello perfetto per me. Lo amavo e, proprio quando quelle parole furono sulla punta della mia lingua, lui mi baciò. Non lo dissi ad alta voce, ma sono sicuro che ne sentì il sapore.

2 commenti:

  1. Peccato per quella prima parte un po' meh, non me l'aspettavo dalla Walker!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, peccato per quello e per la parte finale un pochino affrettata.

      Elimina